Home » Le regole d’oro per la salute articolare

La cartilagine articolare o cartilagine IALINA (una dei 5 diversi tipi di cartilagine presenti nell’uomo) riveste le articolazioni del corpo, fornendo supporto al carico e diminuendo gli attriti grazie alla sua composizione in cui si rileva:

  • una matrice extracellulare (formata per il 90% da acqua, da collagene di tipo II e da proteoglicani)
  • una componente cellulare (condrociti)

Le fibre di collagene garantiscono alla cartilagine un supporto funzionale e una resistenza meccanica.

L’età e le sollecitazioni meccaniche portano a lesioni della cartilagine ialina, in particolare le lacerazioni vengono riparate con la produzione di fibrocartilagine, che presenta prevalenza di collagene di tipo I, con caratteristiche diverse dal tipo II.

La fibrocartilagine si trova infatti come elemento principale nei tendini e nei legamenti.

Preservare la cartilagine articolare è quindi essenziale per godere di articolazioni sane e “pain-free”.

Le eccessive sollecitazioni meccaniche con il tempo possono condurre all’osteoartrosi, una patologia complessa e multifattoriale.

Lo sportivo sottoposto a sovraccarico articolare intenso deve avere una particolare attenzione nella gestione del proprio patrimonio cartilagineo, ma questo molto spesso è un fattore sottovalutato, soprattutto dai giovani atleti.

La cura delle articolazioni è un aspetto che viene trascurato dalla maggior parte degli atleti fino a quando non si presenta un vero e proprio problema. In quel caso però ormai è tardi e si può solo fare i conti con un problema esistente!

Occorre, quindi, pensarci per tempo, con un’attività di prevenzione per la salute delle articolazioni.

Nonostante una ciclizzazione dei carichi e dell’allenamento, una programmazione del riposo ottimale e una tecnica curata, molti atleti sono andati incontro a peggioramento della salute articolare.

La ricerca scientifica, quindi, si è impegnata a cercare soluzioni esogene per poter ritardare l’insorgenza di patologie.

Per anni la ricerca si è concentrata sullo studio di prodotti come la Coindroitina e la Glucosammina, che però dall’ultima importante review (il famoso studio GAIT) sono usciti ridimensionati.

Il collagene, in particolare la forma idrolizzata orale, è ora forte oggetto di studio soprattutto su modelli animali1, ed ha dato dei risultati incoraggianti, parrebbe grazie alla capacità di stimolare i condrociti a produrre collagene di tipo II2-3.

I condrociti sono le cellule cartilaginee deputate – insieme ai condroblasti- a secernere i componenti della matrice cartilaginea, come glicosaminoglicani (acido ialuronico, condroitin-solfato, chetaran-solfato) spesso già aggregati in proteoglicani nei granuli, tropocollagene, fibronectina, laminina.

Per questa ragione sono funzionalmente associabili ai fibroblasti dei tessuti connettivi propriamente detti.

La matrice cartilaginea è formata da fibre collagene (50% del peso a secco), proteoglicani (25-40% del peso a secco), glicoproteine (15% del peso) e fibre elastiche, una struttura qualitativamente simile a quella del connettivo propriamente detto, a cui l’accomuna anche l’elevata idratazione di cui sono responsabili i glicosaminoglicani.

 

Cosa possiamo fare per prenderci cura delle nostre articolazioni?

Come per la maggior parte delle questioni riguardanti la nostra salute, la corretta alimentazione ha un’implicazione positiva nei confronti delle articolazioni in quanto contribuisce a combattere lo stato infiammatorio e fornire all’organismo i giusti macronutrienti e micronutrienti utili a preservare la salute articolare.

Una dieta ben bilanciata, ricca di frutta e verdura, legumi, carboidrati complessi e fonti proteiche magre è quella più consigliata.

In riferimento allo stile di vita possiamo prendere diverse precauzioni per preservare la salute articolare, sicuramente modulando il rapporto tra allenamento e riposo, mantenendo un peso corporeo moderato che consenta alle articolazioni di non sovraccaricarsi, praticando costantemente attività di mobilità articolare e attività mirate al mantenimento di una buona elasticità muscolare.

Non dimentichiamoci, infatti, che tutte le volte che il tessuto muscolare non è elastico e ben idratato, le articolazioni sono costrette ad “affaticarsi” maggiormente.

natural-health-arthro-100-tbl

Infine, dopo aver messo a punto i fattori predominanti sopracitati (modulazione di allenamento e riposo, corretta alimentazione, corretto stile di vita), potremmo pensare di provare ad aiutarci con un valido integratore per le articolazioni, che sia ben studiato sotto il profilo dei principi attivi, dei dosaggi e delle eventuali associazioni con altre molecole al fine di migliorarne la biodisponibilità.

Un esempio valido potrebbe essere Natural Health ARTHRO+ COMPLEX, della Tsunami Nutrition, un integratore ben dosato in glucosamina, condroitina, acido ialuronico, MSM e collagene di tipo 2.

 

articolpure-professional

Un altro valido prodotto è Tsunami Nutrition ARTICOLPure PROFESSIONAL, arricchito con vitamine e l’esclusivo collagene idrolizzato Fortigel®, un brevetto del tutto innovativo che ha trovato riscontro positivo nella sua applicazione con ben 3 studi pubblicati che dimostrano la sua efficacia.

La formulazione di ARTICOLPure PROFESSIONAL è completata con MSM (zolfo organico), Glucosamina, Artiglio del Diavolo, Acido Ialuronico e Boswelia Serrata. Tutte queste molecole creano una vera e propria azione sinergica a sostegno della salute articolare.

 

Per valutare gli effetti di una integrazione specifica di questo tipo, vi consiglio di protrarla per un periodo non inferiore ai 2-3 mesi.

Dopo una interruzione di 1-2 mesi si può ripetere il ciclo per altri 2-3 mesi, quindi per un totale di 3-4 cicli all’anno.

E ricordate che è importante non aspettare che sopraggiungano i dolori articolari, dedicatevi alla prevenzione, con largo anticipo!

 

 

 BIBLIOGRAFIA

  1. Daily oral consumption of hydrolyzed type 1 collagen is chondroprotective and anti-inflammatory in murine posttraumatic osteoarthritis, Qurratul-Ain Dar, Eric M. Schott, […], and Michael J. Zuscik
  2. Daily oral supplementation with collagen peptides combined with vitamins and other bioactive compounds improves skin elasticity and has a beneficial effect on joint and general wellbeing, Anna Czajkaa, Ewa M. Kaniaa, Licia Genovesea, Andrea Corbob, Giovanni Meronec, Cecilia Lucic, Sara Sibillaa.
  3. Collagen hydrolysate for the treatment of osteoarthritis and other joint disorders: a review of the literature Alfonso E. Bello and Steffen Oesser, University of Illinois College of Medicine at Chicago, Chicago, IL, USA b Collagen Research Institute, Kiel, Germany

 

Acquista online su TsunamiNutrition.it

Natural Health ARTHRO+ COMPLEXARTICOLPure PROFESSIONAL
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Antonio Milocco

Biologo nutrizionista, il Dott. Antonio Milocco è focalizzato sulla ricerca nelle scienze dell’alimentazione grazie ad una collaborazione con l’Università di Sassari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x