Home » Arginina: di cosa si tratta? Differenze tra arginina e AAKG

Spesso si tende a pensare che gli integratori siano utilizzati solamente in ambito sportivo, dimenticando che questi possono essere un ottimo compromesso anche per soggetti che non hanno una vita particolarmente attiva, per esempio per chi non ha tempo di mangiare un pasto solido o semplicemente per chi non raggiunge la quota di nutrienti necessaria a coprire un dato fabbisogno. Fortunatamente questa concezione sta via via estinguendosi in quanto si sta capendo, grazie anche a studi scientifici, che gli integratori possono essere un ottimo aiuto. Negli ultimi anni ci sono stati diversi metodi adottati in campo nutrizionale: alcuni “più rigidi” necessitano di essere rivisti mentre altri, dato un approccio “più morbido”, hanno permesso anche ai più scettici di poter adottare delle corrette abitudini alimentari.

Le diverse scuole di nutrizione ci insegnano che in un’alimentazione devono essere presenti tutti i nutrienti e nelle corrette proporzioni. La piramide alimentare per esempio, ci suggerisce quali alimenti prediligere e quali invece sono da limitare mentre i gruppi alimentari racchiudono diverse categorie di alimenti simili in proprietà, in modo da rendere una dieta quanto più varia e sostenibile. Le proteine sono tra i nutrienti più rilevanti, essenziali per le loro molteplici funzioni. Le diverse discordanze nascono sulla loro assunzione, esistono infatti diverse scuole di pensiero che propongono fabbisogni diversi portando avanti la loro filosofia senza mai trovare un punto d’incontro. Su una cosa però si è d’accordo, che le proteine sono di vitale importanza in ogni fase della vita e che una loro carenza può alterare in primis il metabolismo basale a causa di un’accentuata riduzione della massa magra, per intenderci quella metabolicamente attiva.

Senza dilungarci troppo basta ricordare che dal punto di vista strutturale le proteine sono composte da amminoacidi, piccole unità che si uniscono tra loro mediante un legame peptidico a formare una lunga catena che chiamiamo proteina. Gli amminoacidi possono essere essenziali, necessariamente introdotti con gli alimenti, e non essenziali, che il nostro organismo riesce a sintetizzare. Vi è un amminoacido in particolare che è l’Arginina, definita “condizionatamente essenziale” in quanto diventa necessaria la sua assunzione dagli alimenti durante la fase di crescita e in presenza di alcune patologie (per esempio con deficit nella sua produzione) mentre in età adulta siamo in grado di produrla a livello renale ed epatico. Alimenti ricchi in proteine nonché di arginina sono la carne rossa, le uova, il pesce, prodotti caseari. Non sempre però questi alimenti riescono a soddisfare le richieste del nostro organismo specie in atleti che si allenano con una intensità elevata e, dato un lavoro prettamente anaerobico, necessitano di maggiore carburante per sostenere queste attività. L’Arginina è uno di quegli amminoacidi che conferisce, tra le tante, questa proprietà.

 

ARGININA: STRUTTURA E FUNZIONE

Oggi lo conosciamo come un amminoacido ampiamente utilizzato negli sport sotto forma di integratore. In realtà inizialmente le sue proprietà erano state applicate in campo medico contro l’ipertensione, l’ipercolesterolemia e alterazioni cardiache come l’angina pectoris. Tuttavia, le discordanze hanno portato a rivalutare l’efficacia di questo amminoacido in campo medico. In ambito sportivo invece è molto utilizzato per i suoi molteplici benefici sul sistema immunitario, sul sistema cardiovascolare e quello muscolare, favorendo una migliore prestazione soprattutto negli sport dove prevale l’intensità. Di seguito riportiamo le principali azioni che svolge questo amminoacido:

  • Produzione di Ossido Nitrico: l’Arginina è il precursore dell’Ossido Nitrico, o Monossido di Azoto, il quale esercita un effetto rilassante sulla parete dei vasi arteriosi (vasodilatazione) favorendo un maggior afflusso di ossigeno e nutrienti ai muscoli impegnati negli sforzi. Inoltre, l’aumento delle pareti dei vasi sanguigni determina una riduzione della pressione sanguigna. Da qui il suo impiego inizialmente in campo medico.
  • Gluconeogenesi: in caso di esaurimento delle scorte di glicogeno durante l’allenamento si comporta da amminoacido gluconeogenetico, cioè ha la capacità di scindersi in molecole più semplici liberando l’energia necessaria a sostenere una data attività. Il glucosio rappresenta il substrato preferenziale dei nostri muscoli nelle attività di breve durata e ad alta intensità. L’Arginina ha quindi proprio lo scopo di aumentare la disponibilità di glucosio permettendo un miglioramento della performance.
  • Sintesi proteica: in quanto amminoacido, l’Arginina ha un ruolo sulla sintesi proteica, sia nella produzione di proteine che favoriscono un aumento della massa muscolare sia per una riparazione dei tessuti logorati con l’allenamento, favorendo la rigenerazione di tessuti più forti e resistenti. Inoltre si tratta di un amminoacido che stimola la produzione di Ossido Nitrico favorendo un maggior trasporto di nutrienti e ossigeno necessari per poter mantenere alta l’intensità dell’allenamento.
  • Azione detossificante: durante sforzi intensi il nostro organismo tende ad accumulare sostanze definite tossiche che, se presenti in elevate concentrazioni, determinano il fenomeno della fatica. L’Arginina ha la funzione di regolare la produzione di urea quando si è in presenza di un eccesso di azoto nell’organismo che si verifica soprattutto con l’allenamento anaerobico. L’urea è prodotta a livello epatico in seguito all’arrivo di amminoacidi a livello del quale vengono metabolizzati e successivamente convertiti in una serie di composti che danno come prodotto finale l’urea nonché il prodotto di scarto meno tossico. Attraverso il sangue viaggerà poi nei reni dove può essere escreta con l’urina.
  • Azione immunostimolante: in presenza di traumi, ferite anche gravi o specifiche patologie, l’Arginina ha un’azione immunostimolante favorendo una maggiore produzione di linfociti e cellule Natural Killer che sappiamo appartengono al sistema immunitario con azione di difesa contro agenti patogeni.
  • Azione antiossidante: anche se in minima parte, contrasta l’azione dei radicali liberi in forte aumento durante l’attività sportiva. Si tratta di molecole instabili che possono facilmente attaccare altre molecole determinando danni non indifferenti. Infatti tra i suoi bersagli si ricordano gli acidi nucleici la cui alterazione del DNA può essere causa di mutazioni che sono all’origine di malattie come il tumore.
  • Produzione di Creatina: l’Arginina è anche precursore della Creatina (insieme alla glicina e metionina), un amminoacido presente al 95% a livello muscolare. Aumenta la forza e la potenza in quegli sforzi ad alta intensità dove la Creatina rappresenta la fonte energetica primaria.

 

ARGININA E SPORT

Con le funzioni descritte si è voluto far capire quanto l’Arginina possa essere efficace nel miglioramento della performance, in particolar modo dal punto di vista cardiovascolare per un maggior afflusso di nutrienti e dal punto di vista muscolare in quanto un maggior ingresso di questi permettono di mantenere alta l’intensità per tutto l’allenamento favorendo l’ipertrofia.

In ambito sportivo per migliorare la sua efficacia nella produzione di energia, spesso l’Arginina si trova sotto forma di Arginina Alfa-chetoglutarato o più comunemente AAKG. L’alfa-chetoglutarato viene prodotto a livello mitocondriale ed è una fonte di glutammina e glutammato i quali hanno un effetto anticatabolico e di stimolo della sintesi proteica. La formazione di AAKG avviene dal legame tra due molecole di arginina con una molecola di alfa-chetoglutarato risultando una formula altamente stabile in quanto migliora l’assorbimento di questo amminoacido e quindi l’efficacia delle proprietà descritte in precedenza.

aakg-pure-100-tavolette

Un buon integratore a base di arginina in formato AAKG è proposto da Tsunami Nutrition. Stiamo parlando dell’AKG Pure dove la presenza dell’Alfa-chetoglutarato che ne migliora l’assorbimento, lo rende un potente pre-workout che conferisce quel senso di pump durante l’allenamento, indotto in primis da una maggiore vasodilatazione.

 

 

 

arginina-pure-250-gL’ARGININE Pure brevettata Kyowa Quality® invece è priva dell’Alfa-chetoglutarato, il che si traduce in un’assimilazione più lenta. Si ricorda tra le numerosissime funzioni dell’Arginina anche quella di stimolatore dell’ormone della crescita i cui livelli sono particolarmente alti la notte, motivo per cui questo prodotto può essere assunto anche lontano dall’allenamento, come prima di andare a dormire, favorendo un rilascio più lento di questo amminoacido e al contempo migliorando la massa muscolare.

Acquista online su TsunamiNutrition.it

AKG PURE 100 tavoletteARGININE Pure Kyowa Quality®
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Alessandro Sacconi

Con profonde conoscenze nel campo della nutrizione alimentare, il Dott. Alessandro Sacconi segue numerosi pazienti trattando diverse patologie e disturbi alimentari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x