Home » Frutta secca: benefici e proprietà nutrizionali di mandorle, arachidi e pistacchi

Intorno alla frutta secca ci sono tantissimi equivoci. Fa ingrassare? E allora perché è il cibo preferito degli sportivi? Ma non sono a dieta? Queste sono le domande più comuni su frutta secca e creme spalmabili, che la contengono. In realtà però, la frutta secca nelle sue varie forme è entrata prepotentemente nell’alimentazione base degli sportivi per i quali rappresenta, spesso, quel tocco di gusto che permette di rompere la monotonia e rendere l’alimentazione, sebbene molto controllata, più piacevole.

Nella mia colazione per esempio non manca mai, il mio amato burro di mandorle TSUNAMI NUTRITION, sia in versione juicy che crunchy. Non ci credete? Scopriamo insieme tutte le proprietà nutrizionali ed i benefici della frutta secca!

Qual è il valore nutrizionale della frutta secca?

La frutta secca (mandorle, pistacchi, anacardi, nocciole, arachidi ecc), pur avendo un apporto calorico molto alto, circa 600 kcal per 100 g, resta un alimento molto importante e fondamentalmente salutare, è importante ricordare infatti che è vero che alle calorie si deve prestare attenzione, ma è altrettanto fondamentale fare attenzione all’apporto nutrizionale e alla qualità degli alimenti. L’elevato apporto calorico è dato dal contenuto di grassi, il 90% circa, divisi in acidi grassi insaturi e polinsaturi (omega 3 e 6 in prevalenza, i così detti grassi buoni), noti per le loro proprietà benefiche, contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Questi piccoli frutti, che arrivino sulle nostre tavole secchi o sotto forma di creme spalmabili, sono ricchi di vitamina B ed E con le loro proprietà antiossidanti, di sali minerali quali magnesio, potassio, ferro, rame, fosforo e calcio. Di contro hanno un basso apporto di zuccheri, perché essendo frutti oleosi, hanno pochissimi carboidrati e una quantità di proteine che si aggira attorno ai 12/13 g per 100 g.

Come integrare nella dieta la frutta secca?

Un modo gustoso e semplice per integrare nella dieta la frutta secca è inserire nel proprio piano alimentare le creme spalmabili. Io vado pazza per la vasta scelta che ci offre TSUNAMI NUTRITION tra burri di arachidi, pistacchi, mandorle e anacardi!  Ho la possibilità di variare gusto senza perdere mai in qualità, senza dimenticare che i grassi e quindi la frutta secca sono assimilati in maniera lenta dal nostro organismo e quindi ci danno un alto potere saziante che perdura nel tempo.

Veniamo adesso alle modalità di assunzione di questi alimenti nella dieta. Uno dei momenti ideali per consumarli è la colazione quando necessitiamo di una buona carica energetica, assieme alla sera prima di andare a dormire quando ci prepariamo al digiuno del lungo sonno notturno. Non è particolarmente consigliabile invece, assumerli subito dopo l’allenamento, proprio a causa dell’assorbimento lento, che non risponderebbe alla necessità di un rapido ripristino.

Valuta questo articolo
[Voti:    Media: /5]
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x