Home » Riscaldamento o stretching: quale scegliere prima dell’allenamento

Prima di ogni programma di allenamento, e parliamo di qualsiasi tipo di sport, è fondamentale un adeguato riscaldamento seguito poi da un altrettanto adeguato defaticamento. Molto spesso utilizziamo i termini riscaldamento e stretching come sinonimi ma in realtà sono due concetti diversi. Riscaldamento, in inglese warm-up, ci prepara per affrontare la prestazione sportiva e consente al corpo di affrontare il vero allenamento evitando il rischio di infortuni. Lo stretching invece è una metodica che dovrebbe essere integrata in ogni riscaldamento sempre come pratica preventiva per ridurre il rischio di infortuni o per ridurre i dolori muscolari.

Lo Stretching: cos’è e a cosa serve?

Stretching è un termine inglese che sta a significare allungamento, è un metodo scientifico che ha lo scopo di ottimizzare, oltre l’apparato osteo-muscolare, la condizione del tessuto connettivo che tiene insieme le ossa, i muscoli e le parti mobili del corpo.

Le metodologie più utilizzata per lo stretching sono:

  • Stretching Balistico
  • Stretching Dinamico
  • Stretching Statico
  • Stretching Assistito
  • Stretching PNF

I benefici del riscaldamento muscolare

Esistono diversi tipi di riscaldamento muscolare:

  • Attivo: è quello di nostro interesse svolto dall’atleta in prima persona.
  • Passivo: è quello ottenuto tramite l’aumento della temperatura corporea tramite massaggi o creme o oli etc…
  • Generale: si ottiene mediante gesti motori che non saranno per forza previsti nella fase successiva dell’allenamento. Per esempio una corsetta.
  • Specifico: si eseguono degli esercizi che verranno nuovamente eseguiti, ma in maniera più intensa, nella successiva fase dell’allenamento, come uno squat. Parliamo delle cosiddette serie di avvicinamento.

Con un adeguato riscaldamento avremo notevoli benefici nello svolgimento della nostra attività in quanto ritarderà il sopraggiungere della fatica muscolare, migliora la mobilità e la stabilità, prepara il nostro sistema nervoso allo svolgimento dell’allenamento, riduce e migliora lo smaltimento delle scorie prodotte durante l’allenamento. Inoltre migliora tutte le reazioni metaboliche e biochimiche del nostro corpo.

Le fasi del riscaldamento

Vediamo come possono essere suddivisi i vari step del riscaldamento muscolare:

  • Prima fase: può essere svolta attraverso anche un riscaldamento aerobico di pochi minuti.
  • Seconda fase: possiamo utilizzare il Foam-Roller che permette il rilascio miofasciale e le contratture muscolari dovute agli allenamenti. In questo modo è possibile ridurre la tensione muscolare.
  • Terza fase: riscaldamento articolare attraverso lo stretching o dinamico attraverso slanci o circonduzioni o rotazioni.
  • Quarta fase: si eseguiranno gli esercizi per attivare i distretti muscolari impiegati successivamente. Per esempio se dovrò allenare le gambe inizierò il riscaldamento sulla leg extension o su uno squat con un carico leggero condizionando così il muscolo allo schema motorio.

Adesso è possibile affrontare l’allenamento in maniera adeguata con un minor rischio di infortunio. Consiglio comunque di fasi aiutare da un professionista in biomeccanica per valutare l’esecuzione degli esercizi.

Integratori che possono essere assunti per prevenire gli infortuni

Ecco alcuni consigli su quali integratori assumere per trovarci preparati alla prestazione sportiva:

cognifort-45-cpr

Cogni Fort: Integratore studiato e formulato per contrastare la stanchezza mentale migliorando le funzioni cognitive. Ottimo per il lavoro, per lo studio, per lo sport, tra gli integratori per la memoria questo supplemento è indicato per contrastare la mancanza di energie. Quando si affronta un periodo di stress, con diversi impegni, il sentirsi stanchi è molto spesso associato ad una confusione mentale che può avere ripercussioni negative sul nostro quotidiano.

 

 

flexi-fort-30-cpr

Flexi-Fort:  Per favorire il benessere delle articolazioni e per prevenire il rischio di infortuni. Contiene i brevetti 5-LOXIN®, estratto di Boswelia serrata, inibisce l’enzima pro-infiammatorio 5-lipossigenasi, riducendo il dolore alle articolazioni e migliorando capacità e velocità di movimento; OPTIMSM®, ingrediente di origine naturale, ha un’azione antiossidante e antinfiammatoria che allevia il dolore articolare e favorisce la sintesi del collagene; CURCUSHINE™ MICROCAPSULES, ingrediente di nuova concezione, fonte di curcumina biodisponibile e microincapsulata, dalle potenti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, combatte l’aterosclerosi e favorisce la circolazione sanguigna. Grazie alla microincapsulazione, il lento rilascio di curcumina si traduce in una maggiore biodisponibilità.

 

micro-mag

Micro-mag:  Più energia a livello muscolare; azione decontratturante, utile in caso di dolori e crampi che possono comparire dopo i tuoi allenamenti; utile azione lenitiva sui dolori mestruali, proprio perché il magnesio ha quest’azione rilassante sulla muscolatura; calmante per l’ansia e il mal di testa; utile per favorire il riposo. Integratore formulato con brevetto MAGSHAPE™ efficace per apportare una fonte concentrata di magnesio, fondamentale per migliorare le performance muscolari.

 

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Alessandro Sacconi

Con profonde conoscenze nel campo della nutrizione alimentare, il Dott. Alessandro Sacconi segue numerosi pazienti trattando diverse patologie e disturbi alimentari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x