Home » OMEGA 3: i benefici dell’oro marino
Gli Omega 3 sono acidi grassi importantissimi per la salute che vengono ricavati dall'olio di pesce. Sono moltissimi i benefici che li rendono indispensabili in ogni dieta, sia finalizzata all'attività sportiva, sia volta a migliorare la propria salute. Scopriamo tutti gli effetti benefici degli Omega 3 insieme al Dott. Antonio Milocco.

Per molti anni i lipidi nella nostra dieta sono stati demonizzati. Le politiche sbagliate degli anni ’80 hanno portato a una moda senza grassi in cui tutti i grassi appetibili nei nostri alimenti sono stati sostituiti da zuccheri.

Al momento, la situazione mondiale dal punto di vista della salute alimentate è disastrosa e vede sempre più persone vittime di una sindrome metabolica che include obesità, iperlipidemia, ipertensione e insulino-resistenza, patologie facilmente risolvibili e prevenibili con alcune piccole semplici regole alimentari. Invece queste sono il flagello del nostro sistema sanitario e ogni anno vengono spesi milioni di euro per la lotta a queste patologie.

Non tutti gli acidi grassi sono uguali! Gli acidi grassi omega-3 sono particolarmente importanti per la nostra salute. L’interesse iniziale per i benefici cardiovascolari degli oli di pesce è stato stimolato dalla scoperta che gli eschimesi e altre popolazioni che consumano diete ricche di questi acidi grassi hanno un’incidenza straordinariamente bassa di malattie cardiovascolari. Gli effetti di questi acidi grassi sembrano essere su molti diversi processi fisiologici, tra cui una riduzione dell’infiammazione, un miglioramento del flusso sanguigno, cambiamenti positivi nel metabolismo dei lipidi e l’elenco potrebbe continuare.

 

Olio di pesce per bruciare i grassi

Negli ultimi 30 anni, c’è stato un notevole interesse per il potenziale terapeutico degli oli di pesce per una varietà di condizioni infiammatorie come l’artrite, le malattie infiammatorie intestinali e l’asma negli esseri umani. L’olio di pesce, ricco di acidi grassi polinsaturi omega-3 (PUFA), esercita effetti antinfiammatori e immunomodulatori, rendendoli utili come “combattente nutrizionale” per l’infiammazione indotta dall’esercizio e la soppressione immunitaria derivante da un intenso allenamento. I PUFA omega-3 a catena lunga acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA) presenti nell’olio di pesce sembrano avere ulteriori proprietà antinfiammatorie, principalmente attraverso i loro effetti sui neutrofili e macrofagi, responsabili della risposta infiammatoria.

Nuove ricerche suggeriscono che i tipi di macrofagi nel nostro tessuto adiposo cambiano nel momento in cui ingrassiamo. Inizialmente, abbiamo macrofagi sani che producono mediatori che riducono l’infiammazione e migliorano la funzione metabolica del nostro tessuto adiposo.

Man mano che ingrassiamo, l’infiammazione si accumula e macrofagi malsani o “cattivi” entrano in gioco e perpetuano l’infiammazione che peggiora il metabolismo.

Poiché l’EPA dall’olio di pesce è particolarmente noto per avere forti effetti anti-infiammatori, è stato ipotizzato dagli scienziati che l’integrazione con EPA potrebbe aiutare a limitare gli effetti dannosi dell’accumulo di adipe in eccesso.

In uno studio recente, gli scienziati hanno nutrito i topi con una dieta ricca di grassi e ricca di calorie con l’obiettivo di renderli obesi e indurre l’infiammazione.

In un gruppo di topi, i ricercatori hanno sostituito il 15% del grasso con l’EPA per vedere se questo avrebbe migliorato la loro risposta fisiologica alla dieta ipercalorica. Sorprendentemente, i topi trattati con EPA hanno mostrato una riduzione significativa del peso corporeo e dell’adiposità o “grasso”, diminuendo le dimensioni delle cellule adipose e riducendo la quantità di infiammazione, rispetto ai controlli nutriti ad alto contenuto di grassi.

Inoltre, quando i topi che sono diventati grassi hanno ricevuto l’EPA, hanno invertito le dimensioni delle cellule adipose e ridotto l’infiammazione. Meccanicamente, l’EPA ha anche migliorato la capacità delle cellule adipose di bruciare i grassi e utilizzare l’ossigeno.

 

Migliorare le performance sportiva con gli omega 3

La letteratura evidenziato un effetto benefico netto nell’utilizzo di acidi grassi omega-3 dagli oli di pesce per migliorare le prestazioni dell’esercizio fisico.

Sembra che l’effetto antinfiammatorio riduca il danno muscolare, i DOMS e migliori il flusso sanguigno ai muscoli.

È necessario ricordare, tuttavia, che gli acidi grassi omega-3 utilizzati in questi studi sono gli acidi grassi a catena lunga, in particolare l’EPA, derivati ​​dall’olio di pesce.

Gli acidi grassi omega-3 di alimenti come l’olio di semi di lino devono essere “allungati” da enzimi all’interno del nostro corpo e non sempre questo “allungamento” riesce bene. Quindi sembrerebbe che gli omega 3 derivanti da olio di pesce siano in questo senso nettamente superiori.

Poiché gli oli di pesce hanno effetti così profondi sul nostro metabolismo muscolare e sul tessuto adiposo, una particolare area di interesse di ricerca è il trattamento delle complicanze legate all’invecchiamento.

La nostra sensibilità all’amminoacido leucina diminuisce con l’avanzare dell’età e quindi la nostra capacità di mantenere e aumentare la massa muscolare magra diventa più difficile.

Dopo i 50 anni, possiamo perdere più dell’uno percento della nostra massa muscolare magra all’anno e di conseguenza perdere più del due percento della nostra forza.

Studi su pazienti che deperiscono a causa di tumori e problemi infiammatori come l’artrite reumatoide hanno dimostrato che l’integrazione di olio di pesce può ridurre significativamente il declino della massa muscolare dovuto a queste condizioni.

Alcuni studi condotti su soggetti over 70 anni che assumevano un’integrazione alimentare con Omega 3 quotidianamente hanno dato risultati sorprendenti in termini di conservazione della massa muscolare e miglioramento dei parametri di salute in generale.

 

Omega 3 e crescita muscolare

Un altro aggiornamento scientifico sugli omega-3 nel 2015 suggerisce che l’integrazione di omega-3 può esprimere alcuni dei suoi benefici attraverso la modulazione del fattore di crescita insulino-simile-1 (IGF-1).

L’IGF-1 è un ormone proteico che viaggia nel flusso sanguigno, legato ad altre proteine ​​chiamate proteine ​​leganti l’IGF (IGFBP). Quando rilasciato da queste proteine, l’IGF-1 può esercitare i suoi effetti sulla crescita e sul metabolismo della massa muscolare magra. L’IGF-1 viene rilasciato principalmente dal fegato in risposta all’ormone della crescita, ma può anche essere rilasciato da altri tessuti come il muscolo, per agire localmente.

I pazienti con malattie cardiovascolari hanno livelli cronicamente bassi di IGF-1.

Le statistiche suggeriscono che le riduzioni dei livelli sierici di IGF-1 sono correlate ad un aumento del rischio di insufficienza cardiaca e mortalità per malattie cardiache. Poiché gli oli di pesce omega-3 sono in grado di limitare la mortalità nelle malattie cardiache, gli scienziati hanno esaminato se l’integrazione di omega-3 potesse avere un effetto sull’IGF-1.

Di recente alcuni scienziati hanno eseguito uno studio randomizzato e controllato con placebo di otto settimane in cui hanno integrato i soggetti con 720 milligrammi di EPA e 480 milligrammi di DHA al giorno. Sorprendentemente, la supplementazione di omega-3 non solo ha migliorato i bassi livelli di IGF-1 in questi pazienti con malattie cardiovascolari, ma ha anche aumentato la biodisponibilità dell’IGF-1 diminuendo i livelli di IGFBP.

Ora, sebbene l’integrazione di omega-3 sia stata in grado di aumentare l’IGF-1 in uno stato cronicamente abbassato, questi dati non suggeriscono che gli individui sani con livelli normali di IGF-1 sperimenteranno un aumento dell’IGF-1 sopra il normale.

Tuttavia, in stati cronicamente stressati come il sovrallenamento e la mancanza di sonno, i livelli di IGF-1 potrebbero essere troppo bassi per costruire la massa muscolare magra che desideri.

Coloro che si allenano con grande intensità possono anche avere livelli estremamente elevati di infiammazione nel corpo, che potrebbero portare a disfunzioni metaboliche sia nel tessuto muscolare, sia nel tessuto adiposo. Questa disfunzione potrebbe portare a un fallimento nell’aumentare la massa muscolare magra e nel mobilitare il grasso per bruciare. Secondo gli studi presentati in questo articolo, gli omega-3 potrebbero aiutarti a ripristinare la normale fisiologia di questo sistema carico di insetti.

Insomma, la letteratura scientifica ci pone davanti a risultati importanti, tali per cui molti di noi dovrebbero prendere in considerazione la costante assunzione di Omega 3 attraverso la dieta.

In tutti i casi in cui non fosse possibile assumere importanti dosi di omega 3 attraverso l’alimentazione, sarebbe opportuno integrare questi preziosi elementi, assumendo un integratore a base di olio di pesce con una alta titolazione in EPA e DHA.

Attenzione però, non tutti gli integratori sono uguali!!!

Visto il grande interesse suscitato dagli integratori di omega 3, molte aziende hanno prodotto integratori di omega 3 a prezzi contenuti, non badando alla qualità del prodotto.

Per questo motivo è stata creata una scala di certificazione di qualità degli omega 3, la certificazione IFOS (International Fish Oil Standard).

omega-3-ifos-certificazione-ifos-1024x310-1

Si tratta di un protocollo di analisi utile a testare la qualità delle materie prime e dei processi produttivi attraverso avanzate tecnologie.

In seguito a tali analisi viene rilasciato un punteggio espresso con un numero di “stelle” da 1 a 5.

Il massimo dei voti (5 stelle) sta ad indicare che si tratta di un olio di pesce puro, incontaminato, certificato e ottenuto con ultrafiltrazione e distillazione molecolare.

Le contaminazioni (metalli pesanti, diossine ecc.) e la bassa presenza di EPA e DHA sono uno dei problemi maggiormente riscontrati negli integratori di Olio di pesce non certificati o con un basso punteggio IFOS, ergo occorre prestare bene attenzione al prodotto che si sceglie.

Tsunami Nutrition si è impegnata nella realizzazione di un prodotto Omega 3 con 5 stelle IFOS, gli OMEGA Pure PROFESSIONAL IFOS, ottenuto esclusivamente mediante tecniche di pesca sostenibili per l’ambiente. La dose raccomandata (4 softgels) apporta ben 4000mg di olio di pesce, di cui 2000mg di EPA + 1000mg di DHA.

Valuta questo articolo
[Voti: 2   Media: 5/5]
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Antonio Milocco

Biologo nutrizionista, il Dott. Antonio Milocco è focalizzato sulla ricerca nelle scienze dell’alimentazione grazie ad una collaborazione con l’Università di Sassari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x