Home » Intolleranze Alimentari: Glutine e Lattosio

Un argomento oggi molto diffuso nel campo della nutrizione e anche dello sport sono le intolleranze alimentari, intese come reazioni avverse che non coinvolgono il sistema immunitario, date ad esempio dall’accumulo di un alimento indotto dall’eccessivo utilizzo. Quindi da non confondere dalle allergie che determinano reazioni avverse del nostro organismo con coinvolgimento del sistema immunitario e può dare sintomi lievi o gravi come uno shock anafilattico.

Oltre ad una predisposizione genetica che viene studiata con la nutrigenomica, valutando l’interazione tra genoma e alimento e quindi la possibilità che ha un alimento di attivare ad esempio un gene oncogene, possono contribuire all’insorgenza di intolleranze alimentari anche altri fattori come stress, dieta squilibrata e alterazione della flora batterica intestinale. I sintomi delle allergie alimentari non si manifestano in maniera immediata ma spesso sono in conseguenza all’accumulo dell’alimento e possono comprendere:

  • gonfiore addominale (meteorismo),
  • stitichezza o stipsi,
  • diarrea,
  • flatulenza,
  • inappetenza o eccessivo appetito,
  • digestione prolungata,
  • ritenzione idrica,
  • improvvisi cambiamenti di peso.

Tuttavia questi disturbi non appaiono soltanto a livello del sistema digerente ma si possono riscontrare anche a livello respiratorio come raffreddori, e a livello dermatologico con orticarie, acne, dermatiti. Per contrastare queste intolleranze oltre all’eliminazione dell’alimento per un determinato periodo si può intervenire anche con Probiotici quali Probiotic Plus della Tsunami per aiutare la flora batterica intestinale ed enzimi digestivi come Digestive Enzymes.

Le due intolleranze alimentari più importanti e riconosciute sono quella al lattosio ed al glutine. Quella al lattosio è dovuta alla mancanza o alla riduzione dell’enzima lattasi (presente nei microvilli intestinali) la cui funzione è di favorire la digestione lattosio in glucosio e galattosio. L’intolleranza al lattosio è spesso causa di problemi di infiammazioni intestinali come la sindrome del colon irritabile.

Per intolleranza al glutine si intende una sintomatologia molto simile alla Celiachia ma in forma più lieve in quanto non produce i danni alla barriera intestinale (appiattimento dei villi intestinali) ma i sintomi non sono comunque da sottovalutare e quindi l’intervento di uno specialista è sempre necessario. I sintomi classici sono crampi allo stomaco, mal di testa, dissenteria e sonnolenza ma al contrario della celiachia la presenza di questa intolleranza non è certificabile attraverso il prelievo del sangue o l’analisi di laboratorio di un campione di mucosa dell’intestino.

In genere il medico dispone l’eliminazione del glutine dalla dieta per un periodo di almeno due mesi.  Al termine di questo periodo valuta la situazione e decide se sia il caso di interrompere la cura introducendo il glutine in piccole quantità o, nel caso in cui l’intolleranza sia ancora presente, di protrarla nel tempo.

La Tsunami Nutrition si pone come obiettivo quello di valorizzare i propri prodotti e dare la possibilità a tutti di poterne usufruire anche in caso di intolleranze alimentari, per tale ragione è possibile osservare sull’etichetta di molti dei nostri prodotti la certificazione “Gluten Free” e “Lactose Free“, che garantiscono rispettivamente la totale assenza di glutine o con contenuto inferiore ai 10 mg/kg e l’assenza di lattosio.

Valuta questo articolo
[Voti: 1   Media: 5/5]

Acquista online su TsunamiNutrition.it

NATURAL HEALTH PROBIOTIC PLUS 100 CPSLACTO-FORT 30 CAPS
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Alessandro Sacconi

Con profonde conoscenze nel campo della nutrizione alimentare, il Dott. Alessandro Sacconi segue numerosi pazienti trattando diverse patologie e disturbi alimentari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x