Home » Il dimagrimento e le calorie

In questi ultimi anni si sta avendo una visione sempre più calorico centrica intorno all’argomento dieta. E’ utile questo tipo di approccio all’alimentazione e al dimagrimento? O è meglio orientarsi verso una visione un po’ più morbida e globale dell’alimentazione? Prima di affrontare queste domande e darci una risposta a proposito di dimagrimento e calorie partiamo dalle basi. Da dove vengono le calorie e come sono diventate l’argomento principale attorno a cui ruota il dimagrimento e la dieta?

Il dimagrimento e le calorie: storia di un rapporto complicato

Le calorie sono state inventate nell’ottocento da alcuni scienziati che avevano usato questa nuova unità di misura per calcolare nei loro laboratori il potere energetico del cibo, ma sono diventate il centro del discorso sul dimagrimento durante la guerra con la figura di Lulu Hunt Peters. Fino a quel momento, avere l’occasione di mangiare molto era stata considerata solo una grandissima fortuna ed essere grasso equivaleva a essere una persona di successo. Se guardiamo quadri e dipinti antichi dei potenti che hanno governato le varie epoche storiche, incontriamo spesso e volentieri personaggi in carne pallidi e panciuti. Questo perché, appunto, mangiare era un privilegio riservato a pochi. Chi era ricco e abbiente, e poteva quindi permettersi grandi banchetti, non stava certo a pensare a dimagrimento e calorie, concetti che erano quanto mai sconosciuti. Anche il movimento era un’attività che mancava dalla quotidianità dei più ricchi e così si spiega il canone di bellezza completamente opposto a quello dei giorni nostri.

Come spesso accade, il cambiamento di paradigma partì dagli Stati Uniti proprio dal lavoro della Dottoressa Lulu Hunt Peters che scrisse Diet and health: With Key to the Calories, il primo best seller sulla prima grande dieta di massa che vendette due milioni di copie. È stata la prima persona a diffondere ampiamente il concetto di conteggio delle calorie come metodo per dimagrire. Mangiare improvvisamente non era più un miracolo, ma un’abitudine, e ingrassare divenne una minaccia. La moda confermò quella tesi: le donne adesso dovevano essere magre, agili, leggere. Milioni di persone cominciarono a pensare alla loro alimentazione in base alle calorie, un’unità di misura che fino a poco tempo prima nessuno conosceva. Un secolo dopo siamo rimasti allo stesso punto?

Dimagrimento e calorie: un rapporto virtuoso?

Molti medici ci dicono oggi che misurare le calorie per arrivare al dimagrimento non basta. Sappiamo ormai che ogni corpo le assorbe a modo suo e che alimenti con una stessa quantità di calorie producono effetti molto diversi. Sfortunatamente però nessuno ha ancora proposto niente di più comodo di questo metodo che ci fa credere di avere il controllo di quello che mangiamo e, quindi, dei nostri corpi. Le calorie perciò continuano a essere presenti nelle nostre vite. Il concetto nuovo è che seppure e vero che le calorie esistono e servono per calare di peso, non sono tutto.

Il primo sbaglio che si fa quando ci si approccia all’argomento dimagrimento e calorie è quello di avere in testa un determinato contesto di dieta e vita sana che ruota solo intorno al peso calorico di ciascun alimento e alla voglia di allenarsi per bruciare più delle calorie ingerite. Stimare l’apporto calorico degli alimenti, però, è un metodo affatto risolutivo per arrivare al dimagrimento. L’essenziale infatti è partire da una buona educazione alimentare, altrimenti si rischia di cadere nei tranelli di alcune diete che promettono che puoi mangiare malissimo o quanto vuoi se rientri in un determinato apporto calorico.

natural-health-multivit-100-tbl
NATURAL HEALTH MULTIVIT COMPLETE 100 TBL

E’ il caso ad esempio delle famose diete a calorie negative che consigliano di consumare alimenti che per la loro stessa digestione andranno a farci consumare più calorie rispetto a quante ne apportano. Si tratta di alimenti che sono stati classificati nel tempo con questi criteri, tra questi, forse il più conosciuto è il sedano. Questo approccio risulta sbagliato da diversi punti di vista. I cibi che possiamo far rientrare nell’eventuale menù di una dieta a calorie negative sono infatti per la maggioranza frutta e verdura. Ma, seguendo un’alimentazione a base di soli alimenti che rientrino in queste categorie si avrebbe una dieta sbilanciata, composta esclusivamente da acqua, sali minerali e fibre. Si rischierebbe, così, di andare incontro a fenomeni come l’ipervitaminosi!

Per fare incetta di vitamine senza per questo andare incontro ad una presenza eccessiva delle stesse è molto meglio rivolgersi ad un integratore alimentare che possa aiutarci in questo senso come il MULTIVIT di Tsunami Nutrition, piuttosto che lanciarsi in pericolose soluzioni fai da te di diete a calorie negative!

Dimagrimento e calorie: la regola da seguire

La regola da seguire parlando di dimagrimento e calorie è che bisogna tenere a mente che non è la caloria in più o in meno che va a determinare una perdita di peso. A pima vista questa affermazione può sembrare rivoluzionaria, ma bisogna tenere presente che il conteggio delle calorie degli alimenti è un rapporto stimato e non certo. Stessa cosa avviene per il nostro fabbisogno calorico. Quest’ultimo non è numero preciso, ma un range che varia e che non è preciso per sua propria natura. L’errore più comune quando ci si mette a dieta è che si sa dove si vuole arrivare ma non si sa da dove si vuole partire. E’ importante invece prima di stravolgere la propria alimentazione e stabilire un nuovo range entro il quale calcolare il proprio fabbisogno calorico capire qual è approssimativamente il punto da cui si parte. La scienza della nutrizione per fare il calcolo del fabbisogno calorico ha stabilito che del fabbisogno calorico giornaliero spendiamo il 70% per il metabolismo basale, un 10% dalla digestione, 10% dall’attività sportiva e un ultimo 10% dall’attività non sportiva. Per calcolare il fabbisogno calorico ci sono diverse formule, la più famosa è la stima del TDEE che si calcola con le seguenti formule:

  • Uomo: 1xkgx23= Metabolismo basale + 30-40% a seconda di quanto siamo attivi;
  • Donna: 0.9xkgx23= Metabolismo basale + 30-40% a seconda di quanto siamo attivi.
fatburner-pure-super-fat-burner-90-g
FATBURNER PURE SUPER FAT BURNER 90 TBL

Come già detto si tratta di calcoli approssimativi e non potrebbe essere altrimenti: il nostro corpo non brucia ogni giorno lo stesso numero di calorie. Quindi il primo passo da fare per approcciarsi al dimagrimento è quello di capire il range del nostro fabbisogno calorico e, poi, impostare un deficit calorico. Anche sul concetto di deficit calorico c’è un mondo di credenze sbagliate. Infatti, impostare un deficit calorico non significa mangiare sempre meno. Al contrario, così facendo si rischia di mandare il corpo in modalità di risparmio energetico e impedirgli, così, di bruciare le riserve che ha, ovvero i grassi.

In questo senso, per aiutare il corpo a indirizzarsi verso la lipolisi dei grassi, l’integrazione alimentare si propone come un primo aiuto, più efficace del mero conteggio calorico. Un prodotto che agisce proprio in questo senso è per esempio il FATBURNER PURE SUPER FAT BURNER 90 TBL di Tsunami Nutrition, con una formula capace di agire come coadiuvante nella perdita del peso corporeo.

Un’altra cosa da tenere a mente nelle ossessioni delle variazioni di peso derivate dal conteggio calorico è il fatto che quando ci pesiamo sulla bilancia salgono con noi sia i compartimenti che variano lentamente quindi il grasso e il muscolo sia i compartimenti che variano velocemente come acqua e glicogeno. Il grande errore che si fa è pensare che le variazioni di peso siano sempre associate alla massa muscolare e alla massa grassa quando invece è proprio il contrario. Le variazioni di peso che possiamo osservare da un giorno all’altro sulla bilancia sono quelle che riguardano invece l’acqua e il glicogeno. Per questo motivo, piuttosto che concentrarsi troppo sul conteggio calorico, si può agire andando ad agire sulla rimozione dell’acqua in eccesso nel corpo o ritenzione idrica. Per seguire questa strada ci si può affidare per prima cosa all’educazione alimentare e al movimento e, in seconda battura, all’utilizzo di alcuni integratori alimentari drenanti.

dren-pure-day-120-tabs
DRENPURE DAY 120 TABS “RED LINE”

Tsunami Nutrition ha realizzato una linea specifica di integratori drenanti che vanno ad agire con un’azione diuretica-drenante e digestiva-depurativa capace di agire sul microcircolo periferico e sul sistema linfatico. Si tratta di due integratori da usare in sinergia: il DRENPURE DAY 120 TABS “RED LINE” ed il DRENPURE NIGHT 120 TABS “RED LINE”Due integratori composti da sostanze fito-attive in grado di drenare i tessuti da liquidi e sostanze di scarto supportando le fisiologiche attività del nostro organismo.

Evitare il blocco della perdita di peso

Durante la dieta può arrivare una fase di blocco della perdita del peso, cioè di uno stallo del dimagrimento. In questa fase, la dieta che stai seguendo sembra aver perso di efficacia e il peso non scende più. Come mai avviene il blocco della perdita di peso? Dopo un certo tempo e una serie di adattamenti fisiologici, il corpo si è adattato ed è arrivato alla cosiddetta omeostasi. Per superare il blocco della perdita di peso si può sfruttare il metabolismo lipidico ovvero utilizzare una strategia dietetica che porti al consumo dei grassi. Queste strategie sono pensate anche per aumentare il senso di sazietà.

appetite-control-pure-professional-80-tabs
Tsunami Nutrition APPETITE CONTROL

Oltre a revisionare il piano alimentare con l’aiuto di un professionista per avviare un metabolismo di tipo lipidico e uscire dal blocco della perdita di peso, un aiuto in termini di aumento del senso della sazietà ci viene anche dall’integrazione alimentare. Come abbiamo visto, questo settore si è sviluppato fino ad arrivare ad essere al giorno d’oggi una fonte di aiuto molto valida per chi si appresta a dimagrire in modo sano. Per esempio, una formula molto avanzata che aiuta a stimolare il senso di sazietà è quella dell’integratore realizzato da Tsunami Nutrition, l’APPETITE CONTROL. Questo integratore contiene infatti Satiereal® , un estratto brevettato di Zafferano Vero (Crocus sativus) che ha interessanti proprietà modulatorie dell’appetito e agisce stimolando il senso di sazietà. Un altro componente della formula dell’APPETITE CONTROL è la Slendesta®, un estratto brevettato a base di proteine derivanti da patate Kemin che contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, facendolo sopraggiungere prima e durare più a lungo.

In conclusione al nostro discorso sulle calorie e il dimagrimento possiamo dire che le calorie sono importantissime rispecchiano il nostro fabbisogno energetico, ovvero il nostro bisogno di energia e servono sia a conservare il nostro stato di salute che a capire come innescare un deficit calorico. Ma a fronte della nostra voglia di dimagrimento, dobbiamo sempre tenere in considerazione il fatto che a caloria è una semplice unità di misura, uno strumento che va contestualizzato rispetto alle patologie, allo sport e allo stile di vita e che va quindi usato coscienziosamente.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x