Home » Glutatione: proprietà e benefici

Nel mondo degli integratori alimentari esiste un supplemento che in pochi conoscono approfonditamente ma che invece, per la sua rilevanza, merita di essere approfondito ed utilizzato: il Glutatione.

Il glutatione è una molecola di straordinaria importanza per l’organismo. Dal punto di vista della struttura molecolare è un tripeptide formato da 3 aminoacidi: Glicina, Cisteina e Acido Glutammico, che deve questo approfondimento alle sue proprietà e benefici per la salute.

 

A cosa serve il Glutatione?

Il Glutatione come detto, svolge nell’organismo un gran numero di azioni positive a vantaggio di tutto l’organismo. Una delle principali proprietà del glutatione è quella antiossidante, che si aggiunge ad importanti effetti detossificanti e all’azione immunomodulatoria. Vediamo nello specifico le proprietà del glutatione.

 

Il miglior antiossidante naturale

Il glutatione viene comunemente definito il più potente e importante antiossidante naturale prodotto dell’organismo.

La proprietà antiossidante del glutatione si esplica come azione di contrasto nei confronti dei radicali liberi, che vengono liberati nell’organismo a seguito di attività sportiva intensa, abuso di alcol o farmaci, stile di vita sregolato o più semplicemente situazioni stressanti. Il problema dei radicali liberi è che essendo molecole altamente instabili, poiché hanno almeno un elettrone spaiato, cercano la propria stabilità sottraendo gli elettroni mancanti da altre molecole o atomi, generando una reazione a catena di instabilità che è profondamente dannosa per tutto l’organismo. Volendo entrare nel dettaglio di uno dei benefici del Glutatione, con la sua azione antiossidante impedisce ai radicali liberi di legarsi alle proteine fibrose, salvaguardando l’integrità strutturale del collagene e mantenendo l’elasticità della pelle. Il glutatione quindi è funzionale anche al raggiungimento di obiettivi estetici svolgendo una preziosa azione anti-invecchiamento. Molti utilizzano come antiossidante il NAC, ma la sua importanza come integratore alimentare è dovuta propria al glutatione, NAC e Glutatione sono infatti strettamente collegati. L’antiossidante N-Acetilcisteina ( NAC ) è un precursore del Glutatione poiché viene utilizzato dall’organismo per sintetizzare l’aminoacido Cisteina, uno dei 3 che compongono il glutatione.

 

Glutatione, intossicazione da metalli pesanti e terapia chelante

La seconda proprietà del glutatione che vogliamo approfondire è quella detossificante. Infatti otre ad essere un eccezionale antiossidante viene impiegato con successo nella terapia chelante. Questo particolare processo di chelazione che il glutatione è in grado di effettuare, volendo semplificare, consiste in un “alleggerimento” della tossicità di alcuni metalli pesanti. Non è raro infatti che si possa esser vittime di un’intossicazione da metalli pesanti, e con un integratore di glutatione si può avviare un processo di chelazione che è in grado di far perdere la sua tossicità al metallo pesante in questione (piombo, mercurio, ecc.) e in questo modo può essere smaltito più facilmente. Il glutatione è quindi un eccellente agente chelante in grado di rimuovere le tossine dall’organismo.

 

Glutatione e difese immunitarie

La terza proprietà del glutatione che vogliamo approfondire è quella immunomodulatoria. Il glutatione sembra infatti stimolare le difese immunitarie non solo perché esercita una protezione attiva delle cellule grazie all’effetto antiossidante ma anche perché garantisce il normale funzionamento dei linfociti e altre cellule fondamentali del sistema immunitario. Il glutatione svolge inoltre un’azione indispensabile per la rigenerazione di altri antiossidanti, quali la vitamina E e la Vitamina C.

 

Il Glutatione Liposomiale TN Pharma

Il Team di Ricerca e Sviluppo TN Pharma ha selezionato l’innovativa tecnologia liposomiale LipoCellTech™  per realizzare la formula del Glutatione Liposomiale, per superare un problema di farmacocinetica. Il glutatione sembra essere infatti poco disponibile per via orale (farmacocinetica sfavorevole).

Questa tecnologia liposomiale serve per proteggere il miglior glutatione ridotto presente sul mercato: Setria®, brevettato dalla nota azienda giapponese Kyowa Hakko.

Nello specifico LipoCellTech™ è una tecnologia di tipo liposomiale. Benché esistano molti modi per trasportare sostanze biologicamente utili per il corpo, non tutte garantiscono alte prestazioni e stabilità degli ingredienti introdotti. Per superare questa problematica è stata utilizzata l’azione dei liposomi studiando l’influenza dei fosfolipidi sui processi di coagulazione del sangue. I fosfolipidi infatti hanno la capacità di formare particelle organizzate in due strati, simili alle membrane cellulari, che possono contenere al loro interno varie sostanze attive capaci di oltrepassare indenni i processi digestivi.

GLUTATIONE

La tecnologia LipoCellTech™  prevede la formazione di microsfere a partire da bilayer fosfolipidici che si richiudono su loro stessi. Queste strutture definite liposomi hanno la capacità di proteggere il glutatione brevettato Setria®, sia dall’azione di enzimi idrolitici che da una prematura ossidazione, ma anche di promuovere la fusione con la membrana cellulare degli enterociti aumentando così la concentrazione intracellulare.

Il risultato finale dell’azione sinergica del glutatione Setria® e della tecnologia LipoCellTech™ è un aumento della concentrazione plasmatica e intracellulare di glutatione.

Acquista online su TsunamiNutrition.it

Glutatione Liposomiale TN PharmaNAC Natural Health
Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più Votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Franca

L’unico glutathione che il corpo assimila è in fiale intramuscolo o flebo, di questo ne ho la certezza, se parlate di NAC è un’altro discorso il NAC aiuta il nostro corpo a produrre il glutatione

Luca Simoni

Gentile Franca,
la sua osservazione è obiettivamente pertinente ed occasione gradita per approfondire la questione.
Parto dal presupposto che è più corretto parlare di biodisponibilità e non di assorbimento o assimilazione che rappresentano solo una parte del metabolismo delle molecole.
Detto questo è noto che il glutatione GSH/GSSG presenta una farmacocinetica sfavorevole che si traduce in bassissima biodisponibilità soprattutto a causa dell’enzima gamma-glutamiltransferasi epatica, fortunatamente le nuove tecnologie di delivery (rilascio) in particolar modo i liposomi, fitosomi, sucrosomi ed in generale sistemi di microincapsulazione hanno la capacità di proteggere molecole instabili ed ingombranti dall’ idrolisi che avviene nei processi digestivi e metabolici a causa di attività enzimatiche.
Questo non accade solamente per il glutatione ma per tutte quelle molecole con farmacocinetica sfavorevole, facilmente idrolizzabili, poco solubili e bersaglio di attività enzimatica come CoQ10, Quercitina, ecc.
Il liposoma rappresenta quindi una sorta di barriera protettiva nei confronti dell’attività litica degli enzimi favorendo al contempo l’ingresso degli attivi nelle cellule attraverso la promozione della fusione del liposoma stesso con la membrana.
La somministrazione per via iniettiva resta come da Lei menzionato la più vantaggiosa ma il glutatione liposomiale per os va considerato un’ottima alternativa rapida e perforante e con maggiore compliance, altrettanto non si può dire del glutatione in forma libera che se assunto per via orale è invece quasi indisponibile ( Di seguito riporto alcuni grafici esplicativi).
Ricordo infine che anche la NAC, precursore del glutatione, presenta una farmacocinetica sfavorevole legata all’effetto di primo passaggio epatico, quindi solo una quantità ridotta di quella assunta si rende effettivamente disponibile come substrato del glutatione.
Spero di essere stato esaustivo,
Cordialmente
Dr. Luca Simoni

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x