Home » Domande » Vorrei prendere il ciclo relax per stimolare il ciclo mestruale che non arriva puntuale

Vorrei prendere il ciclo relax per stimolare il ciclo mestruale che non arriva puntuale

ho 29 anni ,sono in sovvrapeso ,ovaia policistico  e fattore v leiden . mestruazione scarsa . mi hanno indicato il prodotto ciclo relax ….secondo voi posso iniziare un ciclo ? grazie

Salve,

Sicuramente sarà già seguita da uno specialista, in quanto ha indicato fattori come il sovrappeso. In caso non fosse cosi il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico per gli accertamente specialistici del caso. Fatta questa doverosa premessa, il prodotto Ciclo Relax è un prodotto nutraceutico che interviene per regolarizzare i diversi disturbo del ciclo tra cui l’irregolarità. Lo valuti con il supporto del proprio medico.

Altre informazioni utili dal nostro blog:

Stimolare il ciclo mestruale

Il ciclo mestruale ha una durata di circa 28 giorni per la maggior parte delle donne in periodo fertile. Più precisamente, il ciclo mestruale ha inizio il primo giorno di una mestruazione e si conclude il primo giorno di quella successiva. Il primo giorno in cui si verifica il flusso mestruale, ovvero la perdita di sangue, coincide con il primo giorno del ciclo mestruale. È importante chiarire quanto sia sbagliato indicare come ciclo mestruale il solo periodo di alcuni giorni in cui si ha la mestruazione, ovvero il flusso mestruale o perdita di sangue. L’ipofisi e l’ipotalamo sono le parti del cervello che stimolano la produzione di ormoni da parte delle ovaie; questi ormoni sono i responsabili dell’inizio e del mantenimento negli anni del ciclo mestruale.Nella maggioranza dei casi, la prima mestruazione si verifica in media intorno ai 12 anni, mentre l’ultima si presenta tra i 45 e i 55 anni. L’ultima mestruazione segna la conclusione della vita fertile delle donne. Da quel momento ha inizio la menopausa, momento dal quale le ovaie cessano di produrre ormoni.Nonostante esistano dei parametri di riferimento per quanto riguarda i tempi e la frequenza del ciclo mestruale, questi non possono essere considerati validi per tutte le donne.

Ciclo regolare e irregolare: Fattore V di Leiden e ciclo mestruale

Per essere considerato regolare, è necessario che il ciclo mestruale abbia ogni mese la stessa durata. Come abbiamo già visto, una durata normale è considerata quella di 28-30 giorni, ma anche periodi più brevi, di 23-26 giorni, o più lunghi, tra i 30 e i 35 giorni, sono considerati nella norma. L’importante, infatti, è che il ciclo si presenti con regolarità. Una considerazione simile può essere fatta per la durata della mestruazione che in alcune donne può verificarsi per 2-3 giorni e in altre proseguire per un periodo anche di 7 giorni. Il flusso può essere più o meno abbondante e accompagnarsi a dolori di varia intensità, a seconda dei singoli casi. L’abbondanza del flusso può essere influenzata da diverse cause. Una di queste, per esempio, può essere legata alla mutazione del Fattore V di Leiden, una delle più comuni condizioni di trombofilia genetica. Il sangue di chi presenta questa mutazione ha una tendenza più elevata a coagulare, dunque a formare trombi. La terapia più comune, in questi casi, è quella a base di farmaci con effetto anticoagulante; tra gli effetti collaterali più comuni c’è un’abbondanza del flusso mestruale. Non è insolito, soprattutto nella pubertà e nei periodi precedenti alla menopausa, che il ciclo si manifesti con irregolarità.  Queste anomalie non devono intimorire né costituire da subito una causa di preoccupazione, ma ricorrere al parere di un medico è sempre la scelta migliore. Le alterazioni del ciclo mestruale possono dipendere da diverse cause. Una delle più comuni è l’aumento dello stress; anche problemi legati all’alimentazione, come l’anoressia nervosa, la bulimia o una dieta sbilanciata possono determinarle. In determinati casi, la molta attività fisica, con una conseguente perdita di massa grassa, può causare irregolarità del ciclo. L’ipertiroidismo e l’ipotiroidismo, l’endometriosi e la premenopausa sono alcune tra le cause di natura patologica in grado di compromettere la funzionalità dell’ovaio. Le alterazioni possono riguardare l’irregolarità della cadenza; possono avere a che fare con anomalie di quantità e durata; con perdite anomale inaspettate e casi di perdite tra un ciclo e l’altro; mestruazioni dalla lunga durata.  Per le situazioni che non richiedano un intervento di altro tipo, è possibile ricorrere all’assunzione di integratori alimentari specifici.

Ciclo-Relax 30 tabs di TN Pharma

Ciclo Relax disturbi del ciclo mestruale
ciclo-relax-30-tabs

E’ un prodotto speciale, pensato per stimolare il ciclo mestruale e contrastarne i disturbi. Grazie alla sua formulazione, aiuta ad alleviare i dolori connessi al ciclo mestruale e contribuisce a regolarizzarlo. Tra i principi attivi di Ciclo-Relax ce ne sono tre che meritano una particolare attenzione: l’Inositolo, la Quercetina e la CurcumaL’Inositolo è una molecola di origine naturale, efficace nel trattamento di dolori mestruali, amenorrea, sindrome dell’ovaio policistico e altri disturbi endocrino-metabolici. La Quercitina (brevetto Quercefit®) è un flavonoide noto per le elevate capacità di antiossidante, antinfiammatorio ed antiaggregante piastrinico. La normale bassa biodisponibilità della Quercitina è migliorata dalla tecnologia Quercefit®, che ne potenzia l’assorbimento. La Curcuma (brevetto Meriva®): è una spezia dalle note capacità antiflogistiche, il cui principio attivo, la curcumina, viene utilizzato per molte problematiche delle infiammazioni. Il brevetto Meriva® consente all’organismo una migliore assimilazione del principio attivo. Nel realizzare Ciclo-Relax, il Team Ricerca & Sviluppo TN Pharma ha selezionato tutti gli ingredienti puntando all’eccellenza qualitativa. Il prodotto, inoltre, è certificato: Prodotto Vegan OK, senza Lattosio, senza Glutine. 

Possono essere utili gli esercizi per stimolare il ciclo mestruale?

Per prima cosa, vale la pena ricordare che il buon riposo e l’alimentazione contribuiscono alla qualità della vita e anche a stimolare e regolare il ciclo mestruale. Tra i nutrienti che hanno effetti positivi in questo senso ci sono sicuramente i fitoestrogeniQuesti ultimi svolgono delle funzioni ormonali e il loro effetto e molto simile a quello degli estrogeni. Si dividono in tre categorie: Isoflavoni, presenti soprattutto nella soia, nei cereali integrali, nel trifoglio. Lignani, contenuti nei semi di lino, semi di sesamo, frutta, verdura e cereali Cumestani, contenuti nei germogli, nei fagioli, nel trifoglio rosso. Svolgono un’azione protettiva sulla salute cardiovascolare e sono indicati per l’aiuto fornito alla salute delle donne in età da menopausa. Insieme all’alimentazione, l’attività fisica moderata può essere uno stimolo notevole per la regolarità del ciclo mestruale.  L’esercizio, infatti, attiva e aumenta il metabolismo, favorisce e migliora la circolazione sanguigna, con conseguenze positive sul benessere fisico generale. Avendo tra le sue conseguenze la produzione di endorfine, l’attività fisica può avere riflessi positivi sull’umore generale e in alcuni casi si può dimostrare efficace nel contenere i fastidi dovuti ai cambiamenti ormonali e a ridurre i dolori mestruali. Un esercizio fisico moderato può, tra gli altri effetti, diminuire la ritenzione idrica; aiutare a combattere lo stress; alleviare l’ansia; aiutare ad affrontare i periodi premestruale e mestruale.

Leggi ltre domande / risposte su:  Ciclo e pillola anticoncezionale / ormoni sessuali

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Alessandro Sacconi

Con profonde conoscenze nel campo della nutrizione alimentare, il Dott. Alessandro Sacconi segue numerosi pazienti trattando diverse patologie e disturbi alimentari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x