Home » Capsimax®: il migliore ingrediente per stimolare la termogenesi

Il premiato Capsimax® è un estratto concentrato di peperoncino naturale altamente attivo di peperoncino rosso che fornisce tutto il calore della capsaicina senza bruciare. Realizzato con la tecnologia brevettata OmniBeadTM, l’estratto concentrato di peperoncino naturale altamente attivo dai peperoncini piccanti è incapsulato in un rivestimento a rilascio controllato. Capsimax fornisce livelli efficaci di capsaicinoidi senza la sensazione di bruciore orale e gastrico dei peperoncini rossi non protetti. I capsaicinoidi in Capsimax supportano la produzione di energia promuovendo un metabolismo sano, la mobilitazione dei grassi per la produzione di energia (un processo chiamato lipolisi) e la termogenesi generando calore nel corpo. Si tratta di un ingrediente dietetico naturale e non stimolante, utilizzato nei migliori prodotti per l’integrazione alimentare volti a stimolare la termogenesi, per un metabolismo sano, per la gestione del peso e per la nutrizione sportiva. Scopriamolo meglio con questo articolo.

Capsaicinoidi: metabolismo, termogenesi e lipolisi

Nel mondo dell’integrazione alimentare sono tante le fake news che circolano, specialmente in merito alla termogenesi, ovvero quel processo che permette il consumo dei grassi e l’attivazione di un metabolismo sano. Tra gli ingredienti che stimolano il corpo ad arrivare a questo risultato c’è sicuramente il peperoncino e, entrando nello specifico i capsaicinoidi. Cosa sono i capsaicinoidi? Sono i composti naturali che causano la sensazione di bruciore, o calore, che otteniamo mangiando peperoncino rosso. I peperoncini appartengono a una famiglia di piante chiamata capsico che è stata coltivata per migliaia di anni come ingrediente chiave in molte cucine regionali fin dal 5000 a.C. Sono originari del Messico e dell’America centrale, ma sono anche componenti chiave della cucina in Sud America, India e Sud-Est asiatico. I peperoncini sono stati anche usati per scopi medicinali nel corso della storia per condizioni come problemi digestivi, crampi mestruali, mal di testa, mal di gola, prurito, alcolismo, cinetosi, mal di denti, malaria e febbre gialla. Alcuni professionisti affermano anche di poter prevenire raffreddori, malattie cardiache e ictus, aumentare la potenza sessuale e rafforzare il cuore. Si ritiene che molte delle proprietà medicinali del peperoncino provengano da due sostanze, la capsaicina e la diidrocapsaicina, che costituiscono il 90 per cento dei capsaicinoidi presenti nel peperoncino. Più recentemente, i capsaicinoidi hanno dimostrato di aiutare a sostenere un regime di controllo del peso e di promuovere un metabolismo sano, il processo che il nostro corpo utilizza per produrre energia. In combinazione con altri ingredienti, i capsaicinoidi supportano la gestione del peso. Lo fanno aiutando:

  • Aumentare la termogenesi (la produzione di calore nel corpo);
  • Supportare la lipolisi (l’uso dei grassi per la produzione di energia)

I vari ruoli dei capsaicinoidi nella gestione del peso sono stati ampiamente studiati. Più di 90 studi clinici in tutto il mondo sono stati condotti su uomini e donne di varie età per esaminare l’effetto dei capsaicinoidi su individui normopeso, sovrappeso e obesi. E’ statodimostrato che i capsaicinoidi hanno diverse attività nel corpo. Stimolano la termogenesi, il processo di generazione di energia termica scomponendo l’unità principale di energia del nostro corpo, l’adenosina trifosfato (ATP). I capsaicinoidi stimolano anche un enzima chiamato lipasi, che scompone il grasso nel nostro corpo in modo che possiamo usarlo come carburante. Entrambi questi processi si verificano in uno dei due tipi di tessuto adiposo del nostro corpo, grasso bruno e grasso bianco. Conosciuto anche come tessuto adiposo bruno (BAT), il grasso bruno è più attivo del nostro altro tipo di grasso, il grasso bianco (tessuto adiposo bianco – WAT). Queste azioni suggeriscono che i capsaicinoidi aumentano il dispendio energetico e possono aiutare a ridurre la massa grassa. 

Per capire come i capsaicinoidi promuovono un metabolismo sano, aiuta a sapere cos’è il metabolismo e, soprattutto, cos’è un metabolismo sano. Il metabolismo è il processo mediante il quale il nostro corpo trasforma ciò che mangiamo e beviamo in energia. Quell’energia aiuta il nostro corpo a svolgere le sue funzioni quotidiane come respirare, far circolare il sangue, crescere e molto altro ancora. L’energia necessaria per queste funzioni è chiamata il nostro metabolismo basale (BMR), o il numero di calorie di cui abbiamo bisogno per mantenere il nostro corpo attivo e funzionante. Consideralo come la quantità di carburante necessaria per far funzionare la tua auto. Proprio come automobili diverse richiedono quantità di gas diverse, le persone hanno BMR diversi. Il tuo BMR dipende dalla tua taglia e composizione corporea, dal tuo sesso, dal tuo peso e dall’età. In generale, più sei piccolo e meno grasso corporeo hai, più basso è il tuo BMR. Le donne tendono anche ad avere BMR più bassi rispetto agli uomini. Anche il tuo BMR diminuisce con l’età. Oltre al tuo BMR, il numero di calorie bruciate è anche influenzato dal calore che il tuo corpo produce quando consuma cibo – un processo noto come termogenesi – e dalla quantità e dal tipo di attività fisica che svolgi ogni giorno. Proprio come le nostre auto funzionano meglio con determinati carburanti rispetto ad altri, così fanno i nostri corpi. Sebbene possiamo usare le proteine ​​per produrre energia, il nostro corpo preferisce usare carboidrati e grassi in modo da poter risparmiare proteine ​​per produrre ormoni, muscoli e altre funzioni essenziali. La nostra fonte di carburante preferita sono i carboidrati, ma possiamo conservarli solo in quantità limitate, a quel punto si trasformano in grasso. Poiché possiamo immagazzinare solo carboidrati in quantità limitate, sufficienti per un giorno o due, il nostro corpo li usa come fonte primaria di energia. Quando abbiamo esaurito la nostra scorta di carboidrati, o quando i carboidrati scarseggiano, il nostro corpo si rivolge alle riserve di grasso per il proprio fabbisogno energetico.

Quando mangiamo cibi ricchi di grasso, questo viene scomposto in sostanze più piccole chiamate acidi grassi liberi, che possono viaggiare nel sangue e essere trasportati alle cellule dove sono necessari. Gli acidi grassi che non vengono utilizzati vengono facilmente immagazzinati nelle cellule adipose chiamate trigliceridi. Se il fabbisogno energetico supera quello fornito dai grassi nella dieta, il corpo deve liquidare parte del suo tessuto adiposo per produrre energia. Quindi c’è un altro modo per mandare su di giri il motore del nostro corpo e bruciare più carburante? Diversi studi hanno esaminato gli effetti dei capsaicinoidi sul dispendio energetico e hanno visto un aumento medio da 50 a 100 calorie al giorno dopo l’integrazione con i capsaicinoidi da soli o con altri ingredienti. Sebbene non sia noto se 50 calorie siano sufficienti per avere un effetto complessivo sul peso, alcuni esperti teorizzano che altre 50 calorie al giorno siano ciò che ha innescato l’aumento generale del peso corporeo negli Stati Uniti negli ultimi 20-30 anni. Questi esperti suggeriscono che bruciare 50 calorie in più al giorno potrebbe produrre una perdita di peso significativa dal punto di vista medico. Altri, invece, sono più cauti. Credono che i partecipanti a quegli studi avrebbero potuto bruciare altre 50 calorie semplicemente come risultato dei cambiamenti naturali che avvengono nei nostri tassi metabolici a riposo da cose come stress, sonno povero, freddo e altri fattori.

Come abbiamo detto, sebbene il nostro corpo preferisca utilizzare i carboidrati per produrre energia, a tale scopo possiamo immagazzinare solo una quantità limitata di carboidrati. Una volta esaurite le scorte, dobbiamo iniziare ad abbattere il grasso che abbiamo immagazzinato. Il processo attraverso il quale iniziamo ad abbattere quel grasso si chiama lipolisi. Più grasso usiamo per produrre energia, meno grasso immagazzineremo. I capsaicinoidi possono aiutare questo processo poiché supportano la mobilitazione dei grassi per produrre energia. I capsaicinoidi innescano la lipolisi attraverso una cascata di effetti che iniziano con l’attivazione di un recettore nel cervello chiamato TRPV1. L’attivazione di TRPV1 innesca il rilascio di due sostanze nelle ghiandole surrenali chiamate catecolamine, in particolare epinefrina e norepinefrina. Potresti conoscere queste sostanze come ormoni “combatti o fuggi”. Queste sostanze sono responsabili della preparazione del corpo per l’attività fisica. La norephinehrine innesca una propria serie di eventi che alla fine si traducono nell’attivazione di enzimi chiamati lipasi che scompongono i grassi circolanti nel nostro flusso sanguigno e immagazzinati come tessuto adiposo. La scomposizione dei grassi rilascia acidi grassi liberi, che vengono utilizzati come carburante per l’organismo in assenza di carboidrati. Diversi studi di ricerca hanno esaminato l’impatto dei capsaicinoidi sul tessuto adiposo all’interno del corpo. Sette studi hanno trovato prove di un maggiore utilizzo dei grassi o di una diminuzione delle riserve di grasso. Uno studio ha rilevato un aumento significativo del metabolismo dei grassi, misurato da un processo chiamato ossidazione dei lipidi, tra i partecipanti che assumevano integratori di capsaicina per quattro mesi.

A proposito dell’attivazione della termogenesi, il processo di produzione di calore nel corpo necessario per regolare la nostra temperatura corporea, da parte dei capsaicinoidi ci sono diversi studi che hanno esaminato l’effetto della capsaicina, in combinazione con altri ingredienti, sulla termogenesi. In uno studio, dopo sette giorni di integrazione con capsaicina, aminoacido tirosina, estratto di tè verde e caffeina, la termogenesi è aumentata e la massa grassa è leggermente diminuita in 19 uomini obesi. Un integratore giornaliero contenente capsaicina, estratto di tè verde, caffeina, tirosina e calcio assunto tre volte al giorno per sette giorni ha aumentato le calorie bruciate (note come dispendio energetico o EE) del 2% nei soggetti in sovrappeso. Gli autori hanno concluso che il supplemento può essere utile nella prevenzione dell’aumento di peso e del recupero di peso. Hanno anche suggerito che una dose più alta può essere utile nel trattamento dell’obesità. Quando il peperone rosso dietetico è stato aggiunto ai pasti ad alto contenuto di grassi (HF) e ad alto contenuto di carboidrati (HC), la termogenesi indotta dalla dieta è aumentata dopo il pasto HC e l’ossidazione dei grassi è stata significativamente più alta dopo il pasto HF. A otto uomini sono stati serviti tre pasti nell’arco di 24 ore. Gli uomini furono istruiti a mangiare quanto volevano. Per un dato periodo, agli uomini sono stati serviti antipasti contenenti 3 g di peperoncino e caffè con caffeina dopo ogni pasto e spuntino. Questo è stato confrontato con un secondo periodo in cui gli antipasti non contenevano peperoncino e il caffè era decaffeinato. Il giorno in cui gli uomini hanno consumato peperoncino rosso e caffeina, c’è stata una significativa diminuzione delle calorie consumate e un aumento delle calorie utilizzate, con una differenza media di 4000 calorie al giorno. Secondo gli autori, questi risultati indicano che il consumo di peperoncino e caffeina può indurre un notevole cambiamento nel bilancio energetico

Capsimax®: il migliore ingrediente per stimolare la termogenesi

Ma si può dire che basta consumare grandi quantità di peperoncino, o anche integratori con alte dosi di capsaicinoidi, per arrivare al risultato desiderato? Diciamo subito che non è così. Infatti, il consumo di peperoncino o di alte dosi di capsaicinoidi può essere troppo impegnativo per la maggior parte dei tratti digestivi. Immagina la sensazione di bruciore che provi mangiando un peperoncino habanero, uno dei peperoni più piccanti al mondo. Senza il rivestimento adeguato, il peperoncino può causare un notevole disagio orale e gastrico. Lo stesso vale per quegli integratori che lavorano con l’estratto di peperoncino. Durante la formulazione e la produzione, le particelle sospese nell’aria possono irritare gli occhi, la pelle e il sistema respiratorio e possono portare a contaminazione incrociata durante i processi di formulazione e produzione. La differenza rivoluzionaria di Capsimax è il Capsicum Extract — capsico concentrato altamente attivo e naturale — che fornisce lo stesso livello di calore di un peperoncino habanero ma senza che ci sia alcun effetto irritante. Come anticipavamo, questo ingrediente viene estratto grazie alla tecnologia brevettata OmniBead ™, creata da OmniActive Health Technologies, un innovatore negli ingredienti per integratori alimentari. Le perle OmniBead ™ incapsulano il peperone naturale in un rivestimento a rilascio controllato, fornendo livelli efficaci di capsaicinoidi senza la sensazione di bruciore orale e gastrico dei peperoncini rossi non protetti. Il rivestimento esterno di Capsimax può resistere al livello di acidi presenti nel nostro stomaco. Pertanto, Capsimax passa attraverso lo stomaco e rilascia il peperoncino nelle parti inferiori dell’intestino, dove viene completamente scomposto.

Capsimax®: studi scientifici e ricerche

Capsimax Capsicum Extract e i benefici salutari dei capsaicinoidi sono stati studiati in studi clinici su animali e umani, tutti condotti negli Stati Uniti. Le principali aree di studio sono state la termogenesi, la lipolisi, il metabolismo e la composizione corporea. Vediamo quali sono stati gli studi scientifici effettuati.

  1. Uno studio clinico incrociato sull’uomo, randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco, ha esplorato gli effetti di Capsimax® sulla lipolisi – la scomposizione del grasso – e la secrezione di epinefrina e norephinephrine – ormoni che controllano il metabolismo su soggetti sani e obesi. Venti soggetti sani che hanno ingerito 100 mg di Capsimax (2 mg di capsaicinoidi) hanno mostrato aumenti significativi degli acidi grassi liberi e del glicerolo nel sangue dopo l’ingestione e dopo l’esercizio, un indicatore della scomposizione dei grassi.
  2. In un altro studio randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco, 45 partecipanti obesi sono stati assegnati a ricevere un integratore contenente Capsimax, lampone chetone, caffeina, aglio, zenzero e citrus aurantium o un placebo. Dopo otto settimane di integrazione giornaliera, una dieta ipocalorica e un allenamento fisico, il gruppo che ha assunto l’integratore contenente Capsimax ha perso più peso, più grasso corporeo e più giro vita e fianchi rispetto al gruppo placebo. Il gruppo Capsimax ha anche guadagnato più massa corporea magra.
  3. In uno studio controllato randomizzato in doppio cieco, Capsimax®, in combinazione con estratto di pepe nero, niacina e caffeina, ha aumentato il dispendio energetico e il consumo di ossigeno (una misura nota come VO2) 50 minuti dopo l’ingestione. Dopo l’esercizio, il VO2, la pressione sanguigna sistolica, la pressione sanguigna diastolica e la frequenza cardiaca (solo negli uomini) erano maggiori dopo l’integrazione a 10, 20, 30 e 50 minuti dopo l’esercizio. Il dispendio energetico e il desiderio di grassi dopo l’integrazione con Capsimax – in combinazione con lampone chetone, caffeina, aglio, zenzero e citrus aurantium – in 70 uomini e donne obesi è stato esplorato in un altro studio. I livelli di energia sono aumentati mentre il desiderio di grasso è diminuito.
  4. Per monitorare le proprietà termogeniche di Capsimax, è stato condotto uno studio cross-over controllato randomizzato in doppio cieco. A venticinque partecipanti è stato chiesto di esercitarsi sul tapis roulant in due diverse occasioni. In un’occasione, i soggetti hanno assunto Capsimax Plus prima dell’esercizio e la seconda volta hanno assunto un placebo. Valutando il dispendio energetico, è stato riscontrato che i partecipanti hanno bruciato più calorie prima, durante e dopo l’esercizio quando avevano assunto Capsimax Plus rispetto al placebo.

Come si vede da questi studi, Capsimax®, nella forma incapsulata brevettata di estratto naturale di peperone di OmniActive Health Technologies, ha dimostrato di essere particolarmente efficace nel mobilitare gli acidi grassi liberi per la produzione di energia.

Thermopure, l’integratore Tsunami Nutrition con Capsimax®

thermopure-professional-red-line-100-cpr
THERMOPURE PROFESSIONAL “RED LINE” 100 TBL

Considerata l’efficacia comprovata dai risultati ottenuti dalle ricerche scientifiche riportate, il Team di Ricerca e Sviluppo di Tsunami Nutrition ha utilizzato questo ingrediente innovativo e rivoluzionario per creare il miglior termogenico esistente sul mercato dell’integrazione: il Thermopure. Come abbiamo visto perché l’effetto di Capsimax® intervenga positivamente nella termogenesi, è importante tenere in considerazione la sinergia degli ingredienti con cui lavora questo principio attivo. Per questo motivo, nella formulazione del ThermoPure di Tsunami Nutrition è stata fatta particolare attenzione nella scelta di soli ingredienti di qualità certificata capaci di attivare l’azione termogenica. Tra questi troviamo il CLA (acido linoleico coniugato) di qualità Tonalin®, un acido grasso che viene utilizzato, sia in ambito clinico che sportivo, al fine di migliorare la composizione corporea coadiuvando il dimagrimento e l’aumento della massa muscolare. La Garcinia Cambogia, la Carnitina Tartrato, il Citrus aurantium (Arancia Amara), indicato per facilitare il dimagrimento nei soggetti con sovrappeso o obesità, il Melone Amaro e.s., il Caffè verde e.s. e la L- Tirosina vanno a completare la formula insieme all’Acido Alfa Lipoico ( ALA) e al Cromo Picolinato, una combinazione che si è dimostrata particolarmente efficace nel sostenere il normale metabolismo dei macronutrienti ed il mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue.

Acquista online su TsunamiNutrition.it

THERMOPURE PROFESSIONAL "RED LINE" 100 TBL
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x