Home » Benessere e salute delle ossa: a cosa serve la Vitamina K2?

L’organismo è una macchina perfetta e per tale ragione necessita di tutti i nutrienti nelle corrette proporzioni per poter funzionare al meglio. Grassi, carboidrati e (per ultimo) proteine sono gli alimenti che forniscono l’energia per svolgere le attività quotidiane e non. Proteine, grassi, minerali e acqua sono deputati al corretto mantenimento e accrescimento della struttura muscolare e ossea mentre acqua, vitamine e minerali non hanno funzione energetica ma partecipano a reazioni chimiche garantendone l’omeostasi dell’organismo.

Vitamine

L’organismo non è in grado di produrle per cui è importante coprire il fabbisogno (anche se non elevato) attraverso l’alimentazione. Si riconoscono vitamine idrosolubili quali la vitamina B e la C, che vengono assunte quotidianamente in quanto prive di depositi, e quelle liposolubili (A, D, E, K) che si accumulano a livello epatico e rilasciate in piccole dosi quando l’organismo ne ha bisogno. Ogni vitamina assolve a funzioni diverse ed ognuna di queste è di vitale importanza. Purtroppo si parla sempre poco di vitamine e micronutrienti in generale in quanto l’attenzione cade sempre sui “soliti 3”. Molto spesso nelle palestre si sente parlare di carboidrati come il carburante di cui non possiamo fare a meno, di proteine dove maggiore è l’assunzione maggiore (si dice..) è lo stimolo sulla sintesi proteica oppure di grassi, quest’ultimi visti come il nemico da cui stare alla lontana. Tutto il resto non esiste!

Ma davvero è così? Che i carboidrati siano il substrato energetico più ossidato durante un’attività anaerobica, che le proteine assolvono ad una funzione plastica e che i grassi, alcuni di questi, vanno limitati, è vero. D’altro canto è doveroso precisare che senza il supporto di altri nutrienti quali vitamine e minerali il nostro organismo non ottimizza l’utilizzo di queste fonti descritte sopra come dovrebbe. Il giusto compromesso è trovare il corretto equilibrio e non avere quella concezione fatta di falsi miti che non hanno nessuna valenza scientifica.

Delle vitamine meno discusse ma che hanno una funzione indispensabile soprattutto per la salute delle nostre ossa e la corretta coagulazione del sangue è la vitamina K o Naftochinone. Per la sua azione sul metabolismo delle ossa spesso è associata alla vitamina D altrettanto importante per la calcificazione del tessuto osseo.

Vitamina K

Si tratta di una vitamina liposolubile immagazzinata nel fegato e nei tessuti. E’ implicata in alcuni processi che favoriscono la deposizione di calcio nelle ossa favorendone l’integrità e al contempo è indispensabile per la formazione dei fattori della coagulazione garantendone anche qui l’integrità dei vasi sanguigni. Carenze da vitamina K possono associarsi quindi alla presenza di eventi emorragici per un ritardo nella formazione del coagulo e ad una perdita della densità ossea che nel tempo predispongono il soggetto rispettivamente ad un maggior rischio cardiovascolare e alla presenza di osteoporosi. Non meno importante è la deposizione di calcio sotto forma di cristalli nelle arterie che tendono a formare dei depositi e che possono dare origine al fenomeno dell’aterosclerosi.

Di questa famiglia riconosciamo la vitamina K1, K2 e la K3. La vitamina K2 oltre a partecipare insieme agli altri 2 vitameri nel processo di coagulazione del sangue, è necessaria la sua assunzione per prevenire le già citate aterosclerosi e osteoporosi.

Vitamina K e aterosclerosi

A livello cardiovascolare la vitamina K2 attiva alcune proteine leganti il calcio presente nel sangue limitandone la deposizione nelle parete dei vasi e quindi impedendo la formazione di placche aterosclerotiche responsabili di problematiche cardiovascolari come l’ipertensione e dell’ostruzione di arterie la cui entità del danno dipende dalla sede in cui si forma. Se da un lato ne limita l’accumulo nelle arterie, dall’altra parte ne favorisce la deposizione nelle ossa prevendo alcune patologie come l’osteoporosi, molto frequente nelle donne in post-menopausa e negli anziani.

Vitamina K e osteoporosi

Nel loro insieme le ossa rappresentano l’impalcatura di sostegno per il nostro organismo che ci permette dalle funzioni più semplici come il movimento a quelle più complesse come un gesto tecnico. Nelle ossa risiedono alcune cellule responsabili dell’omeostasi di questo tessuto. Nella prima fase di vita che va dalla nascita fino ai 20 anni si assiste all’accrescimento delle ossa per una maggiore attività degli osteoblasti. La fase di consolidamento invece è quella che termina intorno ai 30-35 anni in cui si ha il raggiungimento del picco di massa ossea. L’ultima fase (tarda età) è quella dove si assiste ad una riduzione della densità ossea per una maggiore attività degli osteoclasti, che può essere più o meno accentuata a seconda del soggetto.

Infatti si parla di osteopenia come quella condizione fisiologica che determina una perdita lenta e graduale di massa ossea (simile alla sacropenia per la massa muscolare) mentre si definisce osteoporosi una condizione patologica che invece accentua questo processo. Il principale fattore di rischio è la ridotta o totale mancanza di attività sportiva soprattutto nella prima fase di vita nonchè la fase in cui le ossa sono più propense all’accrescimento e che sembra condizionare poi la fase di consolidamento impedendo di raggiungere il picco di massa ossea. Questo spiega come atleti che si allenano fin da piccoli riescono anche in tarda età non solo ad allenarsi con una maggior efficienza rispetto ai loro pari ma anche ad essere indipendenti nelle più semplici attività quotidiane.

La vitamina K2 risulta efficace soprattutto per anziani e per donne in post-menopausa dove queste ultime, in seguito al calo degli estrogeni, che hanno anche un ruolo sul metabolismo del calcio, predispongono la donna ad un rischio 3 volte maggiore rispetto all’uomo di sviluppare l’osteoporosi.

Tuttavia, ossa e articolazioni in buona salute permettono un miglior rendimento negli sport soprattutto quelli intensi e per prevenire possibili infortuni in quanto queste strutture vengono sollecitate in particolar modo.

E’ presente soprattutto nelle verdure a foglia verde, nella carne e nel latte. Il loro supporto per atleti e non ha portato alla necessità di relizzare integratori a base di vitamina K2 che potessero migliorare la salute delle ossa o in altri casi rallentarne la perdita di massa ossea.

MICRO-K2 e VITAMINA D3+K2 sono i prodotti selezionati e consigliati dal Team di Ricerca e Sviluppo Tn Pharma.

Tn Pharma Micro-K2 30 cpr

Tn Pharma Micro-K2 30 cpr
Tn Pharma Micro-K2 30 cpr

Tn Pharma Micro-K2 30 cpr è un buon supporto per la salute delle ossa in quanto ne favorisce la deposizione di calcio, il minerale che gli conferisce resistenza e robustezza. Come già descritto, partecipa alla corretta coagulazione del sangue, agisce sulla microflora intestinale per un miglior assorbimento di minerali come magnesio, ferro e calcio e partecipa al corretto funzionamento del sistema nervoso anche in tarda età rallentando l’invecchiamento cerebrale.

 

TN Pharma VITAMINA D3 + K2 60 CPR

TN Pharma VITAMINA D3 + K2 60 CPR
TN Pharma VITAMINA D3 + K2 60 CPR

TN Pharma VITAMINA D3 + K2 60 CPR è un integratore alimentare elaborato con vitamina D sintetizzata con l’esposizione alla luce solare e potenziato con l’aggiunta di vitamina K2. Molti sono i fattori contrastanti la sua sintesi per cui date le sue importanti funzioni è nata l’esigenza di creare un prodotto capace di coprire questa “carenza” di cui è affetta gran parte dellla popolazione. La vitamina D mantiene costanti i livelli di calcio e fosforo nel sangue impedendo che il calcio nel tessuto osseo venga mobilizzato e insieme all’aggiunta della vitamina K2 potenziano ulteriormente i benefici sulla salute di ossa e articolazioni, risultando un prodotto efficace per atleti, per donne in post-menopausa e per soggetti anziani la cui fragilità ossea spesso li espone a un maggior rischio di fratture.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Alessandro Sacconi

Con profonde conoscenze nel campo della nutrizione alimentare, il Dott. Alessandro Sacconi segue numerosi pazienti trattando diverse patologie e disturbi alimentari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x