Home » Benessere delle vie urinarie, cosa possiamo fare?

L’apparato urinario svolge numerose funzioni nel nostro organismo ma possiamo dire che la sua funzione più importante è quella di eliminare i rifiuti metabolici.

Fanno parte dell’apparato urinario i reni, i canali escretori (ureteri) la vescica e l’uretra.

Tra questi l’organo principale è sicuramente il rene, responsabile di “filtrare” il sangue che giunge a esso. L’unità funzionale del rene è il nefrone, costituito a sua volta da minuscole strutture ordinate fra loro, in grado di svolgere precise funzioni utili alla filtrazione del sangue.

Al termine del processo di filtrazione si ottiene l’ultrafiltrato glomerulare (1.60-1.80 litri/die), che a sua volta viene ulteriormente filtrato prima di diventare urina. Attraverso gli ureteri l’urina raggiunge la vescica urinaria, dove viene raccolta. Infine mediante l’uretra, l’urina fuoriesce dall’organismo.

Anche se questi concetti possono sembrare apparentemente semplici, le funzioni dell’apparato urinario e in particolare dei reni sono finemente regolate a livello fisiologico e funzionano come una “macchina perfetta” il cui motore non si arresta mai.

Alterare questi delicati equilibri può avere conseguenze deleterie per la salute dell’individuo che possono portare a gravi patologie e persino alla morte.

Per questo motivo è veramente importante prendersi cura del nostro apparato urinario, quotidianamente.

Quali funzioni svolge l’apparato urinario?

L’apparato urinario non svolge semplicemente la funzione di filtrazione, bensì svolge tante altre funzioni:

  • Regola i livelli di fluidi corporei
  • Filtra i prodotti di scarto e le tossine dal sangue
  • Rilascia ormoni che regolano la pressione sanguigna
  • Converte la vitamina D nella sua versione “attiva”
  • Rilascia l’ormone che regola la produzione dei globuli rossi (eritropoietina)
  • Mantiene l’equilibrio elettrolitico del sangue, regolando le concentrazioni di sodio, fosforo e potassio

Data l’importanza dell’apparato urinario, anche un’alterazione minima della sua funzionalità potrebbe causare cardiopatie, ipertensione, osteoporosi, nefropatia, insufficienza renale, anemia ecc..

Alcune patologie a carico delle vie urinarie sono difficilmente riconoscibili in fase precoce e i sintomi compaiono in fase ormai avanzata. Per tale motivo è importante mantenere l’apparato urinario in salute.

Fortunatamente le patologie citate sono occasionali e non frequenti ma lo stesso non si può dire per i disturbi a carico delle basse vie urinarie. Difficoltà nella minzione, incontinenza, cistite, prostatite, sono problematiche molto diffuse in tutte le fasce d’età. Come possiamo fare per tenerci alla larga da questi problemi?

Come sempre tutto parte dal nostro stile di vita, cioè da quei comportamenti che adottiamo quotidianamente e che rappresentano le nostre abitudini! In particolare l’alimentazione, esercizio fisico, integrazione alimentare e alcune buone abitudini possono essere d’aiuto.

Alimentazione

In più articoli abbiamo sottolineato quali siano le ultime conclusioni dei ricercatori in merito alla nutrizione. Anche per il 2021 la dieta mediterranea risulta la migliore per garantire uno stato di salute ottimale, combattere l’infiammazione, prevenire patologie cardiovascolari e migliorare la composizione corporea.

Ricordiamo che la dieta mediterranea si fonda sul consumo di verdura e frutta, cereali e legumi, piccole quantità di proteine animali (uova, pesce, carne) e latticini. Inoltre la dieta mediterranea è ricca di acidi grassi polinsaturi contenuti in olio d’oliva, frutta secca a guscio e pesci grassi oleosi (sardine, tonno, sgombro ecc).

Consumando una dieta ricca di frutta e verdura ci si garantisce un rifornimento di antiossidanti, importantissimi per combattere l’invecchiamento e per la salute in generale. Sono proprio gli antiossidanti ad avere un ruolo chiave per il benessere delle vie urinarie.

Buone abitudini

Tra le buone abitudini per il benessere delle vie urinarie al primo posto mettiamo sicuramente l’idratazione. È importantissimo bere molta acqua, almeno 2-2,5 litri di acqua al giorno per tenere le vie urinarie pulite.

Un altro aspetto da tenere in considerazione, viste le strette relazioni anatomiche e funzionali tra gli apparati, è il benessere dell’intestino. A tal proposito abbiamo detto tanto nei precedenti articoli: ci si prende cura dell’intestino con alimentazione, esercizio fisico, stile di vita e integrazione con probiotici.

Altri buoni comportamenti riguardano sicuramente una buona igiene, quotidiana, frequente, dopo la minzione e dopo i rapporti sessuali. Attenzione infine a non utilizzare prodotti irritanti, come saponi, profumi, cosmetici in generale e non trattenere troppo a lungo l’urina.  Tutti questi comportamenti sono davvero importanti in fase di prevenzione e in caso di comparsa dei primi sintomi.

Quali integratori assumere?

Per chiudere il cerchio ci si può senza dubbio aiutare con integratori alimentari efficaci.

Vediamo un po’ quali sono.

Alcune ricerche hanno confermato l’efficacia dei flavonoidi come la quercetina e le proantocianidine nel trattamento dei disturbi delle vie urinarie inferiori. L’assunzione di queste sostanze non solo previene ma può essere efficace nella cura della cistite. Trattandosi di una vera e propria infezione batterica si deve andare a contrastare la proliferazione e la vitalità dei batteri.

A tal proposito il mannosio, uno zucchero, rappresenta un substrato di cui i batteri sono ghiotti. Utilizzando il mannosio si “attirano” i batteri verso l’urina e si favorisce l’eliminazione di questi.

Un altro fattore determinante su cui si può intervenire è il pH. Le vie urinarie hanno un pH tipico, così come l’urina, ma le infezioni batteriche possono modificare il pH.

La proliferazione batterica è favorita a valori di pH compresi tra 7 e 8 e in questo contesto l’amminoacido metionina, responsabile della normalizzazione del pH urinario, può essere un valido aiuto per creare un ambiente sfavorevole per la proliferazione batterica. Le infezioni del tratto urinario inferiore e in particolare la cistite sono caratterizzate da uno stimolo continuo della minzione.

L’uva ursina è ricca di una sostanza denominata arbutina, principio attivo ad azione antibatterica naturale. Nell’intestino l’arbutina viene in parte convertita in idrochinone, che è responsabile dell’azione antibatterica.

Il risultato di tale azione è un’attenuazione della proliferazione batterica e una riduzione dello stimolo della minzione.

L’estratto di melograno, grazie al suo potere antiossidante è utilizzato da molti anni come sostanza in grado di favorire il benessere delle vie urinarie, in particolare della vescica e della prostata nell’uomo.

Come detto inizialmente i flavonoidi come la quercetina e le proantocianidine sono molto indicati nel trattamento dei disturbi delle vie urinarie inferiori.

L’estratto di mirtillo rosso, conosciuto come cranberry è ricco di flavonoidi dal potente potere antiossidante.

L’estratto di mirtillo rosso brevettato, denominato “Exocian”, ricco di proanticianidine di tipo A, è un flavonoide dalle spiccate attività antibatteriche. Con il suo utilizzo si ottiene un doppio effetto: antiossidante e antibatterico.

Il team di ricerca e sviluppo TN Pharma ha messo insieme tutti queste estratti, formulando URO-FORT, un integratore davvero completo per il benessere delle vie urinarie.

Può essere utilizzato sia per la prevenzione e il benessere in generale, sia per il trattamento dei disturbi più tipici delle vie urinarie, come la cistite e la prostatite.

L’assunzione garantisce un valido aiuto a un eventuale terapia antibiotica o addirittura in fase preventiva potrebbe evitare l’aggravarsi della situazione e quindi il ricorso a una terapia antibiotica.

Acquista online su TsunamiNutrition.it

URO-FORT 20 BUSTE
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dott. Antonio Milocco

Biologo nutrizionista, il Dott. Antonio Milocco è focalizzato sulla ricerca nelle scienze dell’alimentazione grazie ad una collaborazione con l’Università di Sassari.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x